Migliori antivirus per Mac del 2020, prezzi e recensioni

Negli ultimi anni c’è stato ovunque un aumento di adware e malware, dunque vediamo quali sono i migliori antivirus per il Mac. Contrariamente alla credenza, i computer Apple non sono immuni ai virus e alle minacce che abbondano on-line. Anche se sono meno diffusi rispetto a Windows, esiste malware che può compromettere il corretto funzionamento di macOS.

 

Perché installare un antivirus sul Mac?

La scelta di un antivirus per Mac consente di eliminare eventuali minacce, ma soprattutto proteggere preventivamente il sistema da criminali informatici e agenzie pubblicitarie on-line.

In termini di prestazioni, il software offerto è incentrato sul rilevamento delle criticità, quindi la differenza è fatta in termini di funzionalità, interfaccia utente e utilizzo delle risorse di sistema. Perché dovresti installare l’antivirus su macOS?

A lungo noti per la loro immunità contro i virus, i computer macOS oggi non fanno eccezione.

Questo mito risale agli anni 2000, quando i computer Apple erano una piccola parte nel mercato hardware. I tempi sono cambiati, i Mac si sono moltiplicati e gli hacker hanno maggiori possibilità di diffondere le loro infezioni.

Gli strumenti dannosi si stanno evolvendo e si stanno rinnovando secondo le nuove tendenze. Gli attacchi possono avere diversi scopi come il furto di dati riservati, assumere il controllo di un computer remoto o persino crittografare i dati personali al fine di richiedere un riscatto dal proprietario per la restituzione.

Tra i più comuni citiamo in particolare il phishing, che consiste nell’ingannare l’utente proponendo una pagina identica in tutti i punti a quella di una banca o di un sito amministrativo per rubare gli identificativi e quindi trarne profitto.

La stragrande maggioranza delle soluzioni antivirus dispone ora di protezioni efficaci contro tentativi di phishing e pagine Web fraudolente.

L’adozione di un antivirus sul Mac è essenziale per proteggere da tutti i tipi di minacce: malware, spyware, adware, trojan, rootkit, ransomware, exploit o persino cryptomining. Si tratta di una nuova tecnica che consiste nella copia delle criptovalute su un computer all’insaputa dell’utente.

Quali sono le caratteristiche principali di un antivirus per Mac?

Un buon antivirus per Mac deve avere una serie di funzionalità ben precise. I database delle firme, ora sullo spazio on-line cloud nella maggior parte delle soluzioni, consentono a ciascun file dannoso di essere identificato.

Le analisi comportamentali o euristiche sono metodi proattivi che analizzano in tempo reale i comportamenti sospetti e le azioni dei file e dei programmi in esecuzione. Questa modalità di rilevamento permette di identificare e riconoscere minacce o varianti di malware ancora sconosciute.

Un modulo anti-spyware serve per rilevare malware che agisce sotto forma di codice dannoso nascosto in applicazioni e file scaricati da Internet.

Lo spyware è il modo più comune per rubare dati privati dell’utente come quelli bancari. In un buon antivirus non può mancare un modulo anti-phishing che scovi i tentativi di phishing analizzando le e-mail, ma soprattutto gli URL dei siti visitati in tempo reale.

Tale protezione consente di difendersi dalle tecniche usate dai truffatori che riproducono l’interfaccia di un sito attendibile per rubare dati privati. Un firewall integrato serve per controllare le connessioni in entrata e in uscita dal computer.

Quello di macOS è disabilitato di default, dunque l’utente è libero di attivarlo o utilizzare quello del suo antivirus.

Oggi più che mai bisogna proteggersi dal ransomware, una tecnica odiosa che cripta i dati del computer e chiede un riscatto in denaro per poterli riavere.

Il modulo consente di bloccare tutti i processi che tentano di crittografare file specifici. Un antivirus può anche offrire un backup automatico del sistema operativo al fine di preservare i dati sensibili.

Tutte le protezioni necessarie

Un antivirus per Mac deve integrare un sandbox, cioè un ambiente di esecuzione completamente sicuro dove avviare un programma potenzialmente dannoso in un luogo protetto senza rischi per il resto del sistema.

Occorre un modulo anti-exploit per combattere vulnerabilità di software conosciute o exploit zero day. I criminali informatici sfruttano gli aggiornamenti software mancanti noti per diffondere il loro malware.

Le soluzioni antivirus a pagamento per Mac possono anche offrire uno strumento di protezione Wi-Fi che analizza le reti wireless pubbliche e private al fine di identificare potenziali problemi di sicurezza e controllare lo stato del Web.

È ideale per proteggersi su reti aperte e pubbliche, sempre piene di insidie.

Il controllo genitori, anche se già integrato in macOS, consente di avere i database del sito aggiornati e un buon modo per proteggere i bambini da contenuti inappropriati. Il browser sicuro, specifico di quasi tutti gli antivirus, permette la navigazione on-line in sicurezza.

Questo browser può avere diverse funzionalità come una VPN integrata, un blocco degli annunci e liste nere di siti fraudolenti. Un gestore di password è uno strumento utile per archiviare e proteggere tutte le password e gli identificatori.

Consente di generare password, compilare automaticamente moduli online e sincronizzare identificatori tra diversi dispositivi. È spesso integrato negli antivirus, ma non convincente di fronte a leader di mercato come quelli a sé stanti.

Strumenti di pulizia come la gestione dell’avvio, pulizia di file e dischi rigidi, pulizia del registro e rimozione di duplicati, sono utilissimi in tutti i Mac.

Prezzi degli antivirus per Mac di quest’anno

La licenza di Bitdefender Antivirus offre un ottimo livello di protezione abbinato a semplicità d’uso e difesa in tempo reale da ransomware. È abbastanza leggero e non occupa troppe risorse di sistema.

Trend Micro costa la stessa cifra e integra un ottimo controllo parentale. Stesso prezzo per Kaspersky Internet Security, una delle migliori suite di sicurezza per quel che riguarda la protezione durante gli acquisti su Internet.

Norton Internet Security costa leggermente meno e ha minori possibilità di personalizzazione, tuttavia include VPN illimitate.

ESET Cyber Security è senza dubbio uno dei migliori antivirus per Mac che siano in circolazione.

L’unica cosa negativa è il peso, infatti impegna parecchio le risorse di sistema rallentando un po’ il computer. Se anche questa cifra è troppo elevata, puoi puntare sulle soluzioni gratuite che non mancano di certo. Tra le migliori ci sono le suite di protezione Internet AVG, Avira e Avast.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
antivirusmigliore.it