Migliori antivirus senza internet, articoli e informazioni

Antivirus senza Internet, che cos’è e quali sono i migliori? L’antivirus è un programma che ha un compito apparentemente semplice: rilevare ed eliminare minacce sotto forma di malware come i trojan. Attualmente, sempre più spesso si trovano anche pacchetti di sicurezza estesi, che agiscono anche come firewall, filtro anti-spam o controllo parentale. Come funziona l’antivirus? La base del funzionamento di un tale programma sono due moduli. Scanner: consente di esaminare un determinato file, directory o programma su richiesta di infezione.
Monitor: controlla costantemente in background tutti i file scaricati, le applicazioni in esecuzione nel sistema o i file in un’area specifica di esso. È possibile accedere alle informazioni sulle ultime minacce in due modi. Tradizionalmente, grazie all’aggiornamento sistematico del database dei virus, oppure utilizzando il database sempre aggiornato nel cloud con il quale il programma è sempre connesso.

Antivirus senza Internet: importante a casa, essenziale in azienda

L’antivirus è il metodo principale per proteggere il tuo computer. Sebbene non sia in grado di dare il 100% di certezza, aumenta la possibilità che l’utente abbia accesso ai suoi file e che non cadano nelle mani sbagliate. Questo è importante per gli utenti domestici che certamente non vogliono che le loro foto siano incontrollate online o che qualcuno possa ottenere le loro password.

L’antivirus senza Internet è estremamente importante anche per le aziende. Gli imprenditori devono affrontare gravi sanzioni per la protezione inadeguata dei dati. Quale antivirus scegliere: a pagamento o gratuito?

I criminali informatici sono oggi più attivi e creativi che mai.

Ecco perché è importante avere un software antivirus moderno installato sul tuo computer, anche quello gratuito è meglio di niente. Ma un antivirus a pagamento è migliore di uno gratuito?

L’antivirus gratuito funzionerà nella maggior parte dei computer di casa, dove non memorizziamo dati importanti (come password bancarie, ecc.) o molto spesso eseguiamo backup dei dati. Tuttavia, vale la pena scommettere su una soluzione a pagamento quando sul disco sono presenti file con informazioni riservate o foto e video che in nessun caso dovrebbero cadere nelle mani sbagliate.

D’altra parte, in un ambiente aziendale, su un computer con Windows 10 (o versioni precedenti), un antivirus senza Internet a pagamento può essere una soluzione migliore, perché sia la perdita dell’accesso ai documenti di lavoro che la divulgazione di segreti aziendali ai criminali informatici possono comportare perdite più gravi o tempi di inattività.

Antivirus a pagamento: cosa lo distingue?

L’antivirus a pagamento in genere mostra maggiore efficienza grazie all’aggiornamento più rapido del database delle minacce più recenti (tutti gli aggiornamenti vengono prima consegnati agli utenti delle licenze a pagamento, poi alle applicazioni gratuite). Utilizzando soluzioni tecnologiche più avanzate supportate direttamente nel cloud per combattere minacce insolite, offre spesso più funzioni e supporto tecnico individuale in caso di problemi gravi.

L’antivirus senza Internet è un programma che viene eseguito in background tutto il tempo, quindi può essere utile, ma limita costantemente la potenza di elaborazione del tuo computer.

È importante che questo sia meno evidente possibile all’utente. L’antivirus gratuito può spesso contenere codice che consente agli sviluppatori di testare come funziona il software, verificare nuove funzionalità prima di distribuirle su versioni a pagamento, raccogliere dati su come l’applicazione viene utilizzata dall’utente o dal sistema (dati di “telemetria”), inviare tali informazioni agli sviluppatori.

Questo può rallentare un po’ il sistema e il computer. Inoltre, non c’è motivo per cui un antivirus sia meno efficace su un sistema piuttosto che su un altro. Tuttavia, ci sono organizzazioni che testano soluzioni di sicurezza sotto questo aspetto, tra le altre cose. Quindi, quale antivirus senza Internet a pagamento funzionerà meglio?

Siamo tutti d’accordo che il software antivirus gioca un ruolo chiave nella protezione del tuo sistema e dei dati che archivia. Quindi, come scegliere il programma giusto per proteggere completamente l’hardware da malware, perdita di dati o persino perdita completa? Quale antivirus sarà la migliore soluzione oggi? Il programma che scegli dovrebbe proteggere il tuo dispositivo dagli attacchi di applicazioni e programmi dannosi. Come?

Rilevando, avvisando e infine impedendo alle applicazioni di agire come virus, sia noti che ancora da classificare.

Scegliere l’antivirus senza Internet adatto

Quando si decide su un antivirus senza Internet specifico, è necessario scegliere un programma che protegga non solo il sistema, ma anche singoli file, programmi e ogni tua mossa, ad esempio durante la navigazione sul Web, la navigazione nella posta elettronica o il download e il salvataggio di file specifici.

In altre parole, è necessario scegliere uno scudo antivirus completo. L’offerta di programmi antivirus è impressionante e costantemente ampliata. Certo, puoi facilmente trovare alternative gratuite online, ma ricorda che sono molto limitate. Se vuoi proteggere adeguatamente i tuoi dati e le tue apparecchiature (soprattutto le apparecchiature aziendali), scegli un programma a pagamento che garantisca la sicurezza virtuale, e allo stesso tempo non costi una fortuna.

Ricorda inoltre che, indipendentemente dalla versione dello scudo antivirus che scegli, devi ricordarti di aggiornarlo regolarmente.

Grazie agli aggiornamenti, puoi essere certo che il tuo programma verrà aggiornato sistematicamente con nuove funzionalità e nuove informazioni sul software dannoso. Come scegliere un antivirus? Quando si sceglie il programma antivirus giusto, ci sono diverse considerazioni chiave da fare. È chiaro che tutti si aspettano cose diverse da un antivirus.

Per gli utenti domestici, sarà importante garantire la privacy e avere la certezza che tutto ciò che tengono sulla propria attrezzatura sia al sicuro. Nessuno vuole che le proprie foto o video finiscano nelle mani sbagliate. Le aziende, a loro volta, devono tutelarsi principalmente a causa delle direttive dell’UE, che le obbliga a proteggere i dati e infligge gravi sanzioni per la loro messa a disposizione (anche a causa della fuga di dati).

Questo è il motivo per cui dovresti considerare su quale computer utilizzerai l’antivirus senza Internet e scegliere la licenza appropriata. In poche parole, è necessario specificare se è destinato a proteggere solo un’apparecchiatura, o deve essere inteso per un ufficio con molti più dispositivi.

Caratteristiche e compatibilità con gli smartphone

Un altro aspetto da considerare quando si acquista un antivirus senza Internet sono le funzionalità che offre. Ad esempio, puoi scegliere un programma con una sicurezza di base o uno esteso, che abbia il filtro della posta o un firewall. Dovresti anche essere interessato a sapere se la protezione selezionata è compatibile specificamente con il tuo hardware.

Fortunatamente l’offerta sul mercato è molto ampia, quindi puoi facilmente trovare alternative per vari sistemi, i più diffusi dei quali sono: Windows, Linux e Mac OS. Puoi anche utilizzare la sicurezza per i sistemi mobili: Android, Windows Mobile e iOS.

Ricorda che anche il miglior antivirus non è in grado di dare il 100% di sicurezza dell’apparecchiatura, ma senza di essa siamo sicuri al 100% che prima o poi verrà infettato.

Gli utenti Android sono particolarmente vulnerabili ad altre minacce, come phishing e collegamenti con malware, poiché un normale browser non sarà in grado di bloccare la connessione in tempo reale. L’esecuzione di un sito Web infetto nella maggior parte delle situazioni si traduce in un’infezione dello smartphone di cui non abbiamo nemmeno bisogno di sapere: lo spyware di solito funziona silenziosamente, a nostra insaputa.

È importante sottolineare che, secondo alcuni test, questo tipo di malware non viene rilevato dal filtro di Google e quasi il 50% dei nuovi virus dannosi passa attraverso il meccanismo di distribuzione del Google Store. Questa è anche una statistica chiave che ti fa pensare alla legittimità di investire in ulteriore sicurezza per lo smartphone.

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
antivirusmigliore.it