Antivirus per Windows 8, i migliori del 2021, prezzi e pareri

Quali sono i migliori antivirus per Windows 8? È sufficiente quello integrato? Si è ipotizzato che Windows Defender, sebbene molto migliore del software Microsoft Security Essentials fornito con le versioni precedenti del sistema operativo MS (fino a Windows 7 incluso), non sia ancora sufficiente. Dobbiamo questa opinione al cattivo avvio di Windows Defender l’antivirus di Windows 8, quando entrò in uso. Tuttavia, oggi, dopo il cambiamento fondamentale che hanno subito sia il sistema che l’antivirus stesso, possiamo ancora fare le stesse accuse?

Cosa significa che un antivirus per Windows 8 è buono?

Cosa significa che un antivirus per Windows 8 è buono? Che cosa rende alcuni programmi antivirus migliori e altri peggiori? Dopotutto non siamo specialisti e valutare il potenziale di questi programmi è in gran parte responsabilità di altri. Il meglio che possiamo fare è consultarli. Tuttavia, c’è da sottolineare una cosa molto importante.

La maggior parte di noi non può giudicare oggettivamente se un antivirus è buono o meno. Inoltre, la maggior parte di noi non sarà in grado di giudicare se le fonti che utilizziamo su questo argomento sono imparziali o di parte. Si presume che la maggior parte di noi utilizzi criteri di valutazione più semplici di quanto pensiamo.

Se cadiamo vittime di un criminale informatico durante l’utilizzo di un programma antivirus, il nostro programma era buono o cattivo?

Suppongo che la maggior parte dirà male. Ma proviamo a sfumare questo punto. Perché era arrabbiato? È perché il malware utilizzato per attaccare è sfuggito alla scansione? Se è passato, qual era il motivo? È perché il programma che utilizziamo viene aggiornato troppo raramente?

O forse le persone responsabili della scrittura degli aggiornamenti e dell’aggiornamento del database delle firme hanno esaurito il tempo o le competenze? Può succedere. In definitiva stiamo parlando di un settore che è in una corsa permanente per la conoscenza, per le firme, eccetera. O forse qualcos’altro non è riuscito?

Se il programma antivirus che stiamo utilizzando funziona correttamente, ma l’attacco è avvenuto tramite strumenti che abbiamo bisogno di qualcos’altro per rilevare, come exploit zero-day o ransomware. In una situazione del genere, diremo anche che la colpa è dell’antivirus, uno strumento progettato per rilevare altri tipi di minacce.

Caratteristiche di un antivirus per Windows 8

È importante sollevare questo argomento, perché nella maggior parte di casi argomenti simili compaiono molto spesso. Tuttavia, non sono sicuro che affrontandolo in questo modo, lo stiamo affrontando correttamente. Cos’è dunque un buon antivirus per Windows 8?

La frase buon antivirus significa principalmente un programma di cui ci si può fidare e che non interferirà con il lavoro quotidiano. Quello che funziona in secondo piano, non si impone con messaggi falsi e non fa notare la sua esistenza. È così che si definisce la sicurezza e il sentirsi al sicuro. E prima di dire che è superficiale, per favore pensa: per chi è scritto il software?

Un buon software è sempre scritto pensando all’utente finale, un antivirus che ti protegge da tutto ma ti ricorda sé stesso ad ogni passo.

Se ti dice di installare un milione di estensioni, plug-in del browser, programmi e altri junkware, un programma del genere non è un buon antivirus. Non è affatto un buon software. Questo è l’approccio tipico per le persone che hanno imparato a lavorare con MacOS e persino Linux. Con i MacBook, raramente dobbiamo preoccuparci di qualcosa. Tutto viene eseguito in background e nella maggior parte dei casi siamo al sicuro.

In definitiva l’antivirus per Windows 8 integrato è Windows Defender, un software in dotazione, incluso nella confezione con Windows: è un programma scritto con questo sistema in mente e sviluppato per esso. Richiede la configurazione iniziale, tuttavia, questo non è un grosso problema rispetto agli investimenti richiesti da alcuni degli altri strumenti di sicurezza nel nostro sistema.

L’antivirus serve principalmente a proteggerci

Oggi i produttori di questi programmi pensano davvero che l’utente si sentirà meglio installando dozzine di junkware? Probabilmente dirai che il senso di sicurezza e l’effettiva sicurezza sono questioni completamente diverse. Sicuro, l’antivirus serve principalmente a proteggerci. Questo è il più importante di tutti i criteri.

Tuttavia, non è l’unico, e anche il costo di questa protezione – il costo emotivo e psicologico, il costo che paghiamo per il comfort di lavorare e giocare con un computer – è importante. Se lavori su un computer Windows, Windows Defender non ha rivali sotto questo aspetto. Quindi la domanda rimane: è sufficiente? Ci proteggerà davvero? Non si può negare che questi problemi siano importanti.

Per quanto riguarda la protezione reale come sta Windows Defender nei test? Sta andando molto bene.

Nella classifica AV-TEST Windows Defender è uno dei leader assoluti in questo tipo di software. Vale la pena ricordare che i programmi sono divisi in frazioni di percentuale (perché i risultati dei test effettuati da AV-TEST sono forniti in scale percentuali).

Secondo i risultati del test, Defender vanta un livello di protezione del 100% contro gli exploit 0-day. Rileva il malware con la stessa efficacia, inviato anche nelle e-mail, ad esempio come parte di attacchi di phishing. È anche efficace al 100% sui nuovi malware, ovvero i virus rilevati nelle ultime 4 settimane. Questo è dovuto ad aggiornamenti in background leggeri ma frequenti.

Pregi dell’antivirus integrato

Le altre statistiche relative a Windows Defender sono piuttosto impressionanti. Prima di tutto, non rallenta il nostro computer durante l’esplorazione delle risorse Internet (lo standard del settore è un calo delle prestazioni del 19%; per Windows Defender è del 13%). Non rallenta affatto il download dei file, probabilmente a causa dell’integrazione con il sistema.

Inoltre, difficilmente influisce sulla velocità di copia delle risorse locali (impiega circa l’1% in più). Tuttavia, l’avvio dell’applicazione rallenta un po’, esattamente del + 8%, ma stiamo ancora parlando di un risultato migliore del 2% rispetto alla media del settore, che è del + 10%. Fino ai tempi di Windows 7, Internet brulicava di meme che deridevano la tendenza di Windows Defender a riconoscere i programmi legittimi come malware e bloccarne l’installazione.

Queste storie, sebbene non infondate fino a poco tempo fa, sono ormai un ricordo del passato. In oltre 1,5 milioni di test Windows Defender, non ha mai segnalato un falso allarme una volta.

La media del settore è di 4 falsi positivi per ogni 1,5 milioni di software installato. Defender inoltre non segnala altri falsi allarmi, non è sbagliato nemmeno nel caso dei siti Web, che per gli utenti di Internet che vengono nutriti ogni giorno con storie di minacce alla rete, ma vogliono solo stare tranquilli, è davvero una buona notizia.

Alla fine, Defender esce dai test di quest’anno con risultati 6/6. Non male, considerando che due anni fa era solo 4,5 / 6. Durante questo periodo, gli sviluppatori Microsoft hanno migliorato quasi ogni aspetto del funzionamento del loro programma.

Non lasciarti ingannare dai meme

Windows Defender è un buon programma perché continua a migliorare; è affidabile perché cresce con il sistema e degno di nota perché è gratuito e preinstallato su ogni computer con Windows. È qualcosa che otterrai comunque se scegli di andare con Windows, quindi perché non dargli una possibilità?

Non lasciarti ingannare dai meme di Facebook: la maggior parte di essi risale a tempi lontani e non ha nulla a che fare con i fatti odierni. Windows Defender ha avuto una brutta partenza, il che ha sicuramente danneggiato la fiducia che gli utenti avevano in esso.

Tuttavia, i suoi creatori hanno fatto molto per riconquistare questa fiducia e il software che riceviamo come risultato delle loro azioni è un antivirus a tutti gli effetti da primo scaffale, con l’unica differenza che lo otteniamo gratuitamente e per sempre.

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
antivirusmigliore.it