Migliori antivirus per smartphone, prezzi e articoli, pareri

Dovrebbe essere installato un antivirus sullo smartphone? È un lungo dibattito che dura ormai da diversi anni. Oggi sul mercato ci sono molti antivirus gratuiti e potenti per i nostri telefoni. In questo articolo scoprirai una selezione dei migliori prodotti free e a poco prezzo.

 

Per lo smartphone è meglio un antivirus gratis o a pagamento?

L’antivirus gratuito protegge peggio di quello a pagamento? La domanda è più complessa di quanto si possa pensare. Alcuni antivirus gratuiti proteggono bene i tuoi smartphone, ma non tutti. Come per ogni cosa, alcuni software sono più efficaci di altri.

Nota tuttavia che tutti gli antivirus sono sufficientemente affidabili ed aggiornati. È importante notare che la maggioranza dei programmi nella loro versione gratuita sono efficaci quanto la versione premium. La differenza è principalmente nelle funzionalità integrate del software.

Oltre a queste funzionalità, il rilevamento e la rimozione di virus funziona sempre allo stesso modo, poiché il database delle firme è comune alla versione a pagamento.

Comprendi da ciò che tutti rileveranno le stesse minacce sia per gli utenti della versione gratuita che per gli abbonati. Infine, non dimentichiamo che un antivirus, a pagamento o gratis, non è mai affidabile al 100%.  Si tratta pur sempre di un rilevamento automatico effettuato a seguito di un’analisi dei file sospetti.

Possono quindi esserci falsi positivi e virus non trovati, alcuni dei quali troppo recenti per essere già stati integrati nei database degli antivirus.

È utile usare un antivirus su uno smartphone Android? È ovvio che qualsiasi dispositivo connesso a Internet è oggi soggetto a potenziali attacchi. I nostri cellulari contengono molti dati sensibili e privati, il che li rende un obiettivo primario per gli hacker.

Tuttavia vale anche la pena ricordare che, nel complesso, i nostri smartphone rimangono piuttosto sicuri. Ricorda che, dopo diversi mesi o anni, molti dispositivi non sono più aggiornati dai produttori. Di conseguenza non possono più sfruttare le patch di sicurezza. In questo caso, un antivirus può essere meno efficace.

I pericoli delle app

Su Android il pericolo deriva principalmente dai file da installare. In teoria, le app sul Play Store sono già scansionate e verificate da Google, il rischio che contengano codice dannoso è quindi basso ma non impossibile. Lo stesso accade sullo Store di Apple.

Il rischio sorge principalmente durante l’installazione di applicazioni, quindi è meglio essere vigili e verificare che la fonte sia ufficiale e non modificata prima di procedere con qualsiasi operazione.

Per muoversi meglio in questa giungla, un antivirus dà maggiore sicurezza sia su smartphone Android che iOS.

Le sue principali operazioni sono analizzare bene le applicazioni scaricate, SMS, MMS, allegati e-mail e siti Web visitati in tempo reale con un database aggiornato dall’editore. Quando l’antivirus trova codice dannoso, lo blocca e avvisa l’utente.

Mentre le prestazioni variano da una soluzione all’altra, nessuna è in grado di rilevare il 100% delle minacce. La scoperta di siti di phishing dovrebbe bloccare l’accesso da smartphone a portali fraudolenti che assomigliano ai siti di banche, servizi amministrativi o altro, per raccogliere dati personali e dettagli di accesso.

Sfortunatamente questo aspetto è abbastanza carente, persino nelle soluzioni a pagamento. Una efficace protezione anti-phishing si trova raramente. La protezione contro i siti che ospitano file dannosi permette, in teoria, di impedire la connessione a un portale nel quale vi sono file pericolosi o applicazioni rubate.

Anche qui l’efficienza è piuttosto limitata, anche perché gli hacker immettono quotidianamente portali civetta in rete.

Antivirus e antifurto sugli smartphone

La funzione antifurto è una delle più interessanti. In caso di furto o smarrimento del telefono, è possibile utilizzarla per visualizzare la sua posizione su una mappa, bloccarlo in remoto o eliminare i dati in esso contenuti.

Con alcuni software antivirus, puoi anche scattare una foto e persino far apparire un messaggio sullo schermo. Questi messaggi vengono inviati dall’interfaccia Web e talvolta tramite SMS. Alcune funzioni antifurto localizzano il telefono solo se il GPS è stato attivato in precedenza.

Inoltre non possono cancellare il 100% dei dati in remoto o tornare alle impostazioni predefinite appena la batteria e la scheda SIM vengono rimosse. Per essere efficace, l’antivirus per smartphone non deve poter essere disattivato o cancellato da terzi.

Le migliori soluzioni richiedono un codice amministratore e / o una password per poter disinstallare l’applicazione o modificare le impostazioni.

Di solito gli antivirus per smartphone sono gratis ed hanno una versione a pagamento più completa. La licenza costa tra 10 e 50 euro all’anno, ma alcuni si possono pagare al mese. I prezzi variano spesso, quindi sono solo indicazioni di massima.
Vedere sempre i prezzi sui siti linkati perché per natura sono soggetti a cambiamenti, per questo indichiamo solo fasce molto approssimative.

Per avere un’idea della sua utilità prima di pagare, è consigliabile approfittare del periodo di prova offerto dalla maggior parte dei distributori. Questo ti consente di testare la versione completa dell’antivirus in condizioni reali per un tempo limitato (di solito 15 o 30 giorni) prima di comprarlo.

La localizzazione da remoto e i prezzi degli antivirus per smartphone

La maggior parte degli sviluppatori offre una versione free del proprio antivirus ma fai attenzione, perché non tutti sono uguali. Mentre alcuni incorporano le funzioni più utili come il rilevamento delle minacce, il blocco e la cancellazione remota dei dati, altri sono chiaramente insufficienti per essere efficaci.

Inoltre, controlla bene il software antivirus proclamato come gratuito, che in realtà lo è solo per un periodo limitato e poi trascorso il tempo si blocca o non si aggiorna più.

Indipendentemente dalla marca, la maggior parte degli smartphone include già funzioni di localizzazione. Con quelli che eseguono Android, ad esempio, è possibile, dalla pagina https://www.google.com/android/find, individuare il telefono, bloccarlo in remoto, chiamarlo e persino far visualizzare un messaggio sullo schermo.

Tuttavia, devi prima attivare le funzionalità remote nel menu Impostazioni, Sicurezza telefono.

Fai attenzione, perché questa geo localizzazione funziona solo se il GPS è attivato e se il dispositivo è acceso, con una carta SIM attiva e connesso a Internet.

Tornando ai prezzi, abbiamo già detto che sono piuttosto contenuti e consistono in un abbonamento mensile o annuale per una manciata di euro. Non tutti i produttori sono uguali e alcuni antivirus per smartphone sono subito a pagamento, oppure in versione di prova per qualche giorno.

Quando ne scarichi uno nota bene le condizioni di pagamento, per non ritrovarti con un prodotto che credevi gratuito ma che non funziona se non paghi la licenza. Più che una maggiore sicurezza, gli antivirus per smartphone a pagamento offrono molte più funzionalità di quelli gratis.

Ripetiamo che il database delle firme dei virus è lo stesso, tuttavia non sono solo i virus i pericoli che minacciano i telefoni cellulari. Altre funzioni più avanzate vanno necessariamente pagate.


Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
antivirusmigliore.it